Categorie
Ambiente e sostenibilità

Camino e stufe a pellet: emissioni tossiche e benzopirene

Ecco una stufa che brucia la legna per scaldare in modo egregio un ambiente.

Bruciare e respirare le polveri della legna è molto dannoso. Che si tratti di un romantico camino acceso o di una stufa a pellet che scalda l’ambiente della casa in montagna, i prodotti della combustione del legno generano un invisibile ma concreto danno alla nostra salute.

Hai mai sentito parlare di benzopirene? Te lo presento..

Il Legno è una biomassa usata come combustibile per il riscaldamento. Ma bruciare pellet, legno e cippato, in ambiente domestico crea impatti sulla qualità dell’aria e soprattutto sulla salute umana. Il fumo prodotto è tossico e legato a patologie storiche, croniche, come il cancro dello scroto, per chi maneggia prodotti di combustione dalla legna. E poi inquina. Accendere e godersi il tepore del caminetto aperto produce 5000 volte più polveri sottili della caldaia a metano.

I prodotti tossici della combustione

I processi di combustione emettono sostanze dannose per l’uomo e l’ambiente. Bruciare la legna emette le polveri sottili e gli IPA tossici e cancerogeni. Sono gli Idrocarburi Policiclici Aromatici che si trovano abbondanti in tutte le forme di fumo e nella fuliggine. Si tratta di particolato (PM), ossidi di azoto, monossido di carbonio e altro, che respiriamo negli ambienti indoor, soprattutto in inverno.

Particolato, polveri sottili, PM e benzopirene

Col particolato si intendono particelle solide e liquide che formano aerosol atmosferico. Queste polveri sottili misurano da pochi nm (nanometri) a 100 micron. Le PM10 hanno diametro sotto i 10 micron, poi ci sono le PM2,5 con diametro di 2,5 micron e anche le PM1, le più piccole e pericolose. Queste sono le polveri porose dove si annidano le molecole più tossiche come il benzopirene. Hanno una elevata capacità di penetrazione nei nostri polmoni.

E’ nelle particelle di particolato più piccole che si annida il benzopirene, fra le molecole più tossiche e cancerogene che respiriamo dalla combustione del legno, di cui ignoriamo l’esistenza.

Dal PM misuro gli IPA. Sono gli Idrocarburi Policiclici Aromatici, fatti da atomi di carbonio e idrogeno. Sono anelli benzenici legati l’uno all’altro, sia naturali che artificiali, creati durante la combustione. Anche il benzopirene è fortemente cancerogeno. I limiti europei per queste molecole è di 40 µg/m3 (microgrammi per metro cubo). Per il benzopirene il limite crolla a 1 ng/m3 (nanogrammo al metro cubo).

Ecco i pellet usati per le stufe apposite.

Nella pratica quotidiana…

Se si effettuano misurazioni all’interno di una stanza con una stufa in funzione o un camino acceso, i valori rilevati sono al di sopra dei limiti di Legge. È necessario aumentare la consapevolezza sull’impatto della combustione sulla salute umana. In casa è necessario arieggiare spesso. Qualsiasi combustione genera sostanze nocive che respiriamo. In casa i picchi aumentano. In cucina (come nei bar) i livelli sono elevati a causa dei metodi di cottura che generano odori e fumi, sono le particelle della combustione: cotture, fritture, piastre.

Conosci le molecole tossiche che produci mentre cucini? Scopri di più su Acrilammide: il danno alla salute dei cibi cotti ad alte temperature. Perchè la salute non dipende solo da fumo e alcol.

Tutte le emissioni di fumo sono altamente tossiche, per noi e per l’ambiente, che poi è la stessa cosa. Il fumo di sigaretta, quello del camino, delle auto, degli incendi, del piccolo rogo in giardino per bruciare le foglie secche e per le grigliate con gli amici, sono sorgenti di emissione a concentrazioni spaventose. È possibile misurare queste emissioni. Sono i composti carboniosi che fanno la fuliggine che assorbe la radiazione luminosa a certe lunghezze d’onda.

In ogni caso, soprattutto con i bambini, è consigliabile stare lontano da ogni concentrazione di fumo, che sia di sigaretta o di grigliata con gli amici ed evitare ogni formazione di incendi (se pur controllati) senza sapere le sostanze rilasciate da carta, plastiche, e qualsiasi altro materiale che non si conosce. Le sostanze rilasciate nell’ambiente, sono a danno di tutti ma soprattutto personale. La Valle d’Aosta partecipa al progetto europeo BB Clean per impiegare meglio la legna per produrre calore domestico nelle aree alpine.

Informati e resta aggiornato. Non perderti i prossimi eventi e le nostre conferenze con gli esperti del settore. Clicca qui per vedere gli eventi passati su: nutrizione, elettrosmog, vitamine, metalli pesanti, danni ambientali e tutto per la tutela della salute umana e ambientale! Registrati e segui la Pagina Facebook.

Registrati sul nostro sito in modo semplice e rapido. Bastano Username e indirizzo mail. Per la tua tranquillità il sito è privo di pubblicità.

Segui tutti gli eventi e le nostre conferenze su nutrizione, salute, benessere, elettrosmog, metalli pesanti, antiossidanti e nutraceutici, biotecnologie, ambiente, sostenibilità e molto altro.

Ti è piaciuto il post?

Voto medio 0 / 5. 0

La tua opinione è importante!

Ci dispiace che il post non sia stato di tuoi interesse.

La tua opinione è importante! Dicci come possiamo migliorare.

Lascia un commento