Categorie
Salute e benessere

La fame nervosa ti mangia?

Fame nervosa e dieta – Articolo pubblicato su Gazzetta Matin del 26 ottobre 2020.

Segui i consigli semplici e pratici su cibi e movimento nella sezione Dieta!

Rendiamo noto che gli articoli pubblicati sui giornali devono seguire certe regole per lunghezza e contenuto, diversamente dai post pubblicati liberamente sul sito.

Crescono il tempo che passiamo a casa e l’appetito. Complici, lo smart working e l’attuale situazione mondiale. E nel tepore di casa, la dispensa è sempre aperta. Che si tratti di fame nervosa o di noia, l’aumento di peso è favorito. Nessun regime restrittivo è sano, ne consigliabile, nel lungo periodo. Ma per poco tempo e in via eccezionale, possiamo applicare diete più restrittive e di efficacia temporanea che ci motivano fino a nuova normalità. Di solito si tratta di diete auto-prescritte, lette sul web, che seguiamo senza il parere di un esperto. Spesso molto squilibrate, possono arrecare danno all’organismo.

La dieta Atkins

Fra i regimi più diffusi, la dieta Atkins, applicata tipicamente per rapide perdite di peso. Estromette carboidrati e zuccheri dalla dieta per favorire apporti di proteine e grassi illimitati. Il corpo necessita il glucosio, la molecola di zucchero che alimenta tutto l’organismo, dal cervello ai muscoli insieme a tutti i cicli biologici. In assenza di carboidrati e zuccheri introdotti con i cibi, l’organismo trova quello che cerca smobilitando i grassi che hanno la funzione di immagazzinamento di molecole a scopo energetico.

In assenza di carboidrati e zuccheri, non introdotti con la dieta, l’organismo è in grado di fornire il glucosio richiesto per il funzionamento del cervello e di tutte le cellule del corpo, anche partendo dai grassi. A questo è dovuto il rapido dimagrimento fisico.

È la dieta chetogenica, sconsigliata per lo sbilanciamento nutrizionale e per il sovraccarico renale. È possibile seguirla per interrompere una “dipendenza” da carboidrato e zucchero, a patto che si tratti di pochi giorni e per soggetti sani. Nessun esperto la consiglierebbe se non in casi particolari di forte sovrappeso e sotto controllo medico.

Opere d’arte di pasticceria! Le torte, il loro eccessivo apporto di zuccheri e carboidrati sono quello che seda in nostro appetito da fame nervosa. Perchè in questo caso, la richiesta non viene dalle esigenze fisiologiche dell’organismo.

Il Digiuno come cura

Il digiuno è un antico metodo curativo usato per fini di purificazione. Saltare la colazione o un pasto principale non influisce sulla reale perdita di massa grassa ma può diminuire il peso corporeo dovuto alla perdita di liquidi che di solito vengono presto recuperati. Spesso, se non sotto controllo medico, è inutile per finalità di dimagrimento rapido e durevole, inoltre, rallenta il metabolismo.   

Ma se si vuole conoscere meglio questa tecnica, esistono diverse cliniche al mondo che dalla Russia a Berlino, passando per la Svizzera e gli Stati Uniti, la utilizzano per il miglioramento della salute. Questo approccio è definito “sanogenesi” e si tratta di un digiuno protratto, sotto controllo medico si diceva, per 1 o massimo 3 settimane, circa. E’ un periodo di digiuno totale nel quale si beve solo acqua. Possono comparire iperchetonemia (corpi chetonici nel sangue), debolezza, nausea, vomito ed emicrania e per questo, è bene non prendere iniziative in autonomia ma affidarsi agli esperti

Vuoi saperne di più? Partecipa agli eventi e alle conferenze coi nostri esperti sui cicli cellulari e i processi metabolici e scopri come gestire il tuo organismo al meglio! Resta aggiornato.

I rimedi naturali contro la Fame nervosa

L’attività fisica produce ormoni che regolano l’appetito. Nel piatto, ricordiamo elementi blocca fame naturali e che aumentano il senso di sazietà come le fibre e le alghe, come mela, arancia, papaia o avocado, oltre alle verdure crude. Le proteine sono ottime contro la fame nervosa. Sconsigliato lo spuntino di carboidrati light come gallette di riso o mais che, pur a basso tenore calorico, stimolano il rilascio di insulina e richiedono ancora più carboidrato.

Leggi di più su La salute è nutrizione e non solo calorie!

Si alle alghe che si addensano, gonfiano e riempiono lo stomaco per un potere saziante contro la fame nervosa, per questi momenti particolari e delicati. Zenzero e te verde restano alleati efficienti. Basterà un giorno intero senza zuccheri e con carboidrati integrali ricchi di fibre preziose per equilibrare la fame nervosa e l’ingestione esagerata di zuccheri semplici e complessi. Ma il discorso è da approfondire.

Lo sai quanto le fibre siano importanti per l’organismo? Puliscono le pareti dell’intestino, favoriscono l’equilibrio della flora intestinale e molto altro. Scoprilo su Le fibre amiche di intestino e salute! Leggi anche I Fermenti lattici per la cura dell’intestino.

Il regime di dieta mediterranea, varia e salutare, resta sempre valido e indicato nelle linee guida del Ministero della Salute. Il periodo è duro per tutti e il conforto nel cibo seda i nervi. Facciamo quello che possiamo per mantenerci in forma e di buon umore. Tempi migliori, arriveranno. Godiamoci un tisana calda nella tranquillità di un momento di relax.

Abbiamo oltre 100 articoli che possono aiutarti nelle tue scelte di benessere! In modo gratuito e sempre a disposizione. Registrati se vuoi farci qualsiasi domanda o scriverci un commento. Saremo lieti di ospitarti alle nostre conferenze dal vivo, appena sarà possibile. Intanto, Registrati o segui gli eventi e le conferenze! E clicca sul link per guardare gli eventi già avvenuti in passato!

Valuta l’articolo cliccando sulle stelline. Puoi condividerlo e puoi scrivere un commento libero.

Ti è piaciuto il post?

Voto medio 5 / 5. 1

La tua opinione è importante!

Ci dispiace che il post non sia stato di tuoi interesse.

La tua opinione è importante! Dicci come possiamo migliorare.

Lascia un commento