Categorie
Nutrizione

Antiossidanti: cosa sono e dove si trovano?

Una insalata fresca, cruda e colorata molto ricca di antiossidanti, fatta da verdure, frutta fresca e secca, appena raccolti negli orti naturali di montagna. L’elisir della salute!

Si parla tanto di antiossidanti ma hai una idea chiara di cosa siano? Leggi questo articolo per capire meglio. Siamo biotecnologi, ricercatori, ponici le tue domande e togliti ogni dubbio. Per comunicare con noi e restare aggiornato, scrivi in fondo alla pagina nei commenti, oppure lasciaci la tua mail.

Gli antiossidanti sono molecole che contrastano l’azione dei radicali liberi. Rallentano e prevengono il processo di ossidazione. Proteggono la cellula e il DNA dai danni generati dallo stress cellulare ma anche da raggi solari intensi, fumo, inquinamento ambientale e altro. Questi radicali liberi possono causare patologie neurodegenerative come Alzheimer, morbo di Parkinson e SLA (sclerosi laterale amiotrofica) ma anche a livello del sistema cardiovascolare. Fra i più potenti antiossidanti che possiamo integrare con gli alimenti freschi e crudi (frutta e verdura), ci sono la vitamina C, la vitamina E, polifenoli e carotenoidi.

Ma cosa sono questi Antiossidanti? L’ articolo è stato pubblicato sul giornale Gazzetta Matin del 3 Febbraio 2020.

Ma cerchiamo di capire in modo semplice. L’ossidante è proprio l’ossigeno, è un elemento chimico naturale presente ovunque. È molto reattivo. Per esempio, la reazione chimica dell’ossigeno presente nell’aria col ferro genera la ruggine. La mela tagliata diventa scura a causa della ossidazione degli zuccheri che reagiscono con l’ossigeno dell’aria. Anche nel nostro corpo ci sono molecole contenenti ossigeno che si chiamano ROS. Con questo acronimo si intendono (in italiano), le specie reattive all’ossigeno, i radicali liberi, molto reattivi che reagiscono e danneggiano i comparti cellulari e il DNA.

Se si supera la capacità antiossidante, cioè, se i nostri sistemi di riparazione cellulare non riescono a fare fronte ad eccessive quantità di radicali liberi, il danno a lungo andare può portare alla morte cellulare.

Siamo costantemente assoggettati alla generazioni di radicali liberi, da quello che mangiamo, dalle cattive abitudini di fumo e alcol, dall’ambiente inquinato in cui viviamo, dai prodotti chimici, cosmetici ed altro della vita di tutti i giorno. Sta a noi mantenere i migliori meccanismi di difesa per fare fronte a questi attacchi con gli antiossidanti giusti e le abitudini più sane.

Infatti, l’azione negativa dei radicali liberi si ripercuote sulla salute dell’intero organismo:

  • accelerando i processi di invecchiamento cellulare
  • deprimendo il sistema immunitario
  • favorendo l’insorgenza di numerose malattie e forme tumorali.

I cibi più ricchi di antiossidanti

L’organismo monitora e contrasta i radicali liberi mediante sostanze antiossidanti endogene, prodotte dal nostro corpo, e con l’integrazione dei cibi. Per quantificare il potere antiossidante contenuto negli alimenti si utilizza la scala ORAC, basata sulla capacità di assorbimento del radicale ossigeno. Si stima che le cinque porzioni di frutta e verdura consigliate ogni giorno, possano garantire circa 5000 unità ORAC per proteggerci dai radicali liberi.

Non basta conoscere i cibi ricchi di antiossidanti, bisogna analizzare le abitudini della giornata per compensare le dosi di antiossidanti distribuite nei giusti orari e in associazione agli alimenti più corretti. Per questo, lascia la tua mail e consulta un biotecnologo esperto di processi cellulari, metabolismo e nutraceutica!

Fra i vegetali più ricchi di antiossidanti troviamo: uva nera, mirtilli, cavolo verde, spinaci, barbabietola, more, prugne, cavoli di Bruxelles, pompelmo, fragole, arancia, avocado, peperone, kiwi e cipolle, tutti ricchi di vitamine C ed E, polifenoli, antociani e carotenoidi, oltre a minerali come selenio, rame e zinco.

Ciotola di piccoli frutti di bosco per una merenda ricchissima di molecole con potenti proprietà antiossidanti: fragole, rines, more, ciliege.

È bene considerare che l’apporto di cibi antiossidanti esercita una importante azione anti-radicalica ma c’è da tenere a mente che le tipiche abitudini scorrette generano un carico di radicali liberi eccessivo. Infatti, fumo, alcolici, farmaci, esposizione a raggi solari UV (ultravioletti) senza protezione, inquinanti atmosferici, radiazioni ionizzanti e altro, contribuiscono al bilancio negativo.

A tavola sono da limitare i soliti eccessi di grassi e fritture, salumi e carni, sale e zucchero, alcolici e bevande gassate e dolcificate. Anche l’attività fisica eccettiva o troppo intensa genera più radicali liberi che però sono meglio neutralizzati dai sistemi di riparazione e dagli innumerevoli effetti benefici dell’allenamento.

Alcolici e bevande dolcificate e gassate vanno consumate saltuariamente e, quando possibile, bilanciate con i cibi giusti che ne contrastino il danno all’organismo.

L’associazione fra corretta alimentazione e attività fisica restano inscindibili ed entrambi necessari per ottenere uno stato di salute ottimale.

Vuoi conoscere le associazioni top per assimilare al meglio i tuoi antiossidanti? Impara i cibi più ricchi e biodisponibili che rinvigoriscono l’intero organismo coi consigli di un biotecnologo, ricercatore universitario, per il massimo del beneficio cellulare e metabolico nella chimica degli alimenti. Lascia la tua mail per essere contattato e restare aggiornato:

Vuoi saperne di più? Non perderti i prossimi eventi e le nostre conferenze con gli esperti del settore. Clicca qui per vedere gli eventi passati su: nutrizione, elettrosmog, vitamine, metalli pesanti, danni ambientali e tutto per la tutela della salute umana e ambientale! Registrati e segui la pagina Facebook.

Clicca sulle stelline per valutare l’articolo, condividilo o scrivi un commento o una domanda qui sotto, a seguire.

Ti è piaciuto il post?

Voto medio 5 / 5. 1

La tua opinione è importante!

Ci dispiace che il post non sia stato di tuoi interesse.

La tua opinione è importante! Dicci come possiamo migliorare.

Lascia un commento